Il mercato dei servizi socio-assistenziali e sanitari

Il sistema dei servizi socio-assistenziali e socio-sanitari comprende un insieme variegato di servizi (di tipo non ospedaliero) cui concorrono all’erogazione una pluralità di soggetti pubblici e privati sia profit che non, compresi gli istituti religiosi.

I servizi si differenziano in ragione dello stato di bisogno dei diversi target di utenza e delle esigenze specifiche di protezione sociale e di assistenza sanitaria di ciascun individuo.

Il modello di erogazione del servizio rispetto alla modalità di presa in carico della persona può caratterizzarsi per la residenzialità prevalente o per la non residenzialità, modalità che ovviamente dipendono anche dal grado di autonomia psico-fisica e dal bisogno in merito alle esigenze di assistenza e di pernottamento. Questa classificazione sulla modalità di erogazione che rappresenta la principale caratteristica rispetto a cui è organizzata la raccolta dei dati nelle fonti statistiche e amministrative ufficiali è anche utile per analizzare l’offerta di questo insieme di servizi in relazione alle modalità organizzative, a quelle produttive e di erogazione degli stessi, come pure alle caratteristiche occupazionali e dei profili professionali coinvolti dalle diverse strutture.

Per quanto riguarda i servizi di tipo residenziale questa tipologia di offerta si sostanzia in centri (definiti anche “presidi residenziali”) in grado di accogliere in un alloggio e assistere le persone in differenti condizioni di bisogno mettendo a loro disposizione sia servizi di tipo socio-assistenziale che socio-sanitario.

In genere si tratta di strutture comunitarie organizzate, di dimensioni variabili a seconda dell’area di utenza (di norma superiore a 6-10 posti sino a superare anche i 120 posti letto) con la presenza di operatori assistenziali, socio-sanitari ed educatori ed un apparato amministrativo-gestionale.

In questa tipologia di offerta sono presenti anche strutture di più piccole dimensioni caratterizzate da un modello organizzativo e relazionale di tipo familiare. Nel caso delle strutture per minori si riscontra generalmente la presenza di una coppia o di uno o due adulti che svolgono funzioni genitoriali.

La maggior parte dell’offerta residenziale misurata in termini di posti letto disponibili è di tipo socio- sanitario. Il servizio principale è dunque quello riferibile all’assistenza sanitaria fatta da trattamenti diagnostici e terapeutici di vario tipo ai pazienti ricoverati effettuati da medici generici, medici specialisti e chirurghi.

Questa tipologia di offerta differenziandosi dai servizi ospedalieri in senso stretto riguarda soprattutto trattamenti medico-sanitari estensivi o intensivi di lungo periodo rivolti a pazienti in condizioni di non autosufficienza (assistenza di tipo medio-alto). Esiste anche un altro livello di offerta socio-sanitaria residenziale meno rilevante sempre in termini di posti letto dove l’assistenza sanitaria è definito a basso (o assente) livello. Si tratta di strutture che erogano al più prestazioni sanitarie di base.

L’offerta di servizi socio-sanitari è erogata prevalentemente attraverso strutture specializzate rivolte a target specifici di utenza con il gruppo degli anziani (autosufficienti e non) maggioritario. Sono presenti, anche, strutture rivolte a persone con disabilità o verso adulti con disagio sociale. Gli altri target specifici riguardano persone affette da patologie psichiatriche, i minori o le persone con dipendenze patologiche come pure gli immigrati e stranieri. Non mancano anche strutture multiutenza che assommano target contigui.

Le tassonomie regionali distinguono le tipologie di servizio residenziale di tipo socio-sanitario1 distinguendole da quelle tipologie di servizi residenziali socio-assistenziali non a carattere sanitario.

Rispetto al primo gruppo è possibile distinguere diverse tipologie di offerta.

Le RSA o case per anziani non autosufficienti rappresentano il gruppo prevalente offrendo un supporto socio sanitario e assistenziale in una struttura residenziale agli anziani con ridotta autonomia. Questa tipologia di strutture offrono dunque accoglienza, supporto alla vita quotidiana orientata alla tutela dell’autonomia della persona a quegli anziani con ridotta autonomia residua caratterizzati da un bisogno sanitario prevalente.

Una seconda tipologia di presa in carico di anziani a ridotta autonomia dove però è richiesta una più bassa Intensità sanitaria è quella rappresentata dalle residenze assistite (RASSl).

Un terzo gruppo è formato dalle Residenze sanitarie assistite per disabili con limitazioni di autonomia sia fisiche che mentali che sociali, nella cui valutazione multidimensionale risulti comunque inequivocabile l’impossibilità dell’assistenza domiciliare o dell’inserimento in un’altra struttura per disabili non residenziale. Questi centri accolgono, fornendo prestazioni sanitarie, assistenza, recupero funzionale, persone prevalentemente adulte disabili non autosufficienti e con un bisogno sanitario prevalente, mirando a perseguire una migliore capacità di gestione della vita quotidiana e un miglioramento/mantenimento delle abilità residue della persona accolta.

Rientrano in questa categoria delle strutture residenziali socio sanitarie anche le comunità alloggio per persone adulte con disabilità, prive di nucleo familiare o per le quali la permanenza nel nucleo familiare sia temporaneamente o permanentemente impossibilitata. La finalità è quella dell’accoglienza e della gestione della vita quotidiana, orientata alla tutela della persona e allo sviluppo delle abilità residue, o anche alla realizzazione di esperienze di vita autonoma dalla famiglia.

Le Comunità terapeutiche residenziali protette (CTRP) offrono invece una assistenza continuativa per trattamenti terapeutici/riabilitativi prolungati e personalizzati della malattia mentale con un ciclo di erogazione intensivo.

Le Comunità alloggio per malati psichiatrici (possono essere anche di tipo semiresidenziale), offrono, invece, servizi meno intensivi per la prosecuzione dell’ assistenza sanitaria e sociale di persone con problematiche psichiatriche che, terminato il percorso riabilitativo-protetto, presentano parziali livelli di autonomia e necessitano di sostegno per la gestione della propria autosufficienza, oppure sono prive di nucleo familiare o sono temporaneamente o permanentemente impossibilitate a permanere nel nucleo familiare.

Comunità alloggio AIDS (post conclamato) (anche di tipo semiresidenziale) per la prosecuzione di assistenza sanitaria e sociale di persone affette da AIDS e patologie correlate, che presentano rilevanti limitazioni dell’autosufficienza.

Infine vanno elencati i Servizi residenziali per terapia riabilitativa da dipendenze finalizzati all’accoglienza, trattamento terapeutico-riabilitativo di persone tossicodipendenti e alcoldipendenti, anche in presenza di problematiche psichiche, che abbisognano di una gestione intensiva e, in caso di bisogno, anche specialistica e psico-terapeutica.

La seconda componente dell’offerta residenziale è quella prevalentemente rivolta ad offrire servizi di tipo socio-assistenziale non a carattere sanitario con la messa a disposizione di un posto letto o comunque di un alloggio. Questa tipologia di servizi si occupa perciò di fornire prevalentemente accoglienza e tutela a persone in condizione di disagio sociale rispetto a una molteplicità di bisogni assistenziali cui far fronte, a partire dalla necessità di accoglienza abitativa.

Ospitalità, assistenza e occasioni di vita comunitaria rappresentano le tipologie di intervento tipiche di queste strutture che si rivolgono soprattutto ad anziani, stranieri e adulti in permanente stato di bisogno. Anche l’accoglienza di emergenza resta una delle funzioni svolte per rispondere con immediatezza ai bisogni dei propri ospiti (immigrati, senza fissa dimora, terremotati ed altre categorie di ospiti che necessitano di sistemazione immediata in attesa di soluzioni mirate).

La funzione assolta è spesso di tipo tutelare, rivolta, cioè, a supportare l’autonomia degli ospiti (anziani, adulti con disagio sociale, minori) all’interno di contesti protetti offrendo prestazioni specifiche e alloggio per l’acquisizione dell’autonomia con tempi di permanenza correlati e servizi funzionali al progetto individuale o al mantenimento dell’autonomia dell’utente, come nel caso di alloggi protetti con servizi per anziani o persone con disabilità con una buona condizione di autosufficienza.

Il target minori rappresenta un ulteriore ambito distintivo di offerta socio-assistenziale residenziale con una funzione di tipo anche socio-educativo. Il gruppo più interessato tra i minori accolti è formato dai ragazzi che si trovano in condizioni di grave disagio familiare per problemi economici, incapacità educativa o problemi psico-fisici dei genitori. Questo tipo di offerta si rivolge anche ai giovani con dipendenze patologiche o con altri tipi di disagio psico-sociale o ancora verso i giovani con disturbi di comportamento oltre che con patologie psichiatriche o disabilità. L’accoglienza del minore in molti casi è associata anche a quella di un genitore. La condizione di adottabilità è relativa solo a quote residuali dei minori accolti.

In molti diversi casi le varie strutture socio assistenziali offrono una integrazione socio sanitaria dei servizi erogati. Oltre all’ ospitalità ed assistenza, alla attivazione di occasioni di vita comunitaria, aiuto nelle attività quotidiane, stimoli e possibilità di attività occupazionali e ricreativo-culturali, di mantenimento e riattivazione, viene garantita quindi una qualche forma di assistenza sanitaria in prevalenza però di natura infermieristica come pure trattamenti riabilitativi per il mantenimento ed il miglioramento dello stato di salute e di benessere non mancando ovviamente la possibilità di un supporto medico di base. Questa offerta si rileva soprattutto in quei casi di accoglienza temporanea o permanente di persone anziane non autosufficienti o di adulti disabili.

Il mercato dei servizi socio-assistenziali e sanitari

Scarica la versione completa in pdf

Prodotti correlati

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca