fbpx

Una guida per acquistare un giocattolo in modo consapevole

Che cos’è un giocattolo lo sappiamo tutti ma, ai fini della legge (D.Lgs. 54/2011) e quindi delle normative che ne regolano la produzione e la vendita, per giocattolo si intende un qualsiasi prodotto progettato o destinato, in modo esclusivo o meno, ad essere utilizzato per fini di gioco da bambini di età inferiore a 14 anni.

Non sono pertanto considerati “giocattoli” tutta una serie di prodotti che comunemente siamo portati a considerare tali. Non sono giocattoli, ad esempio, le apparecchiature elettroniche quali PC e console di gioco, qualora non siano espressamente concepite per i bambini e non abbiano in sé un valore ludico, non lo sono le attrezzature sportive ma neppure le pistole a gas compresso; non lo sono, ovviamente, i fuochi d’artificio ma neanche i kit di montaggio di modelli in scala e i prodotti destinati a essere utilizzati per scopi educativi, come le apparecchiature scientifiche, ma neppure i puzzles di oltre 500 pezzi.

In altri termini se molti oggetti di uso comune e una moltitudine di prodotti si prestano ad essere utilizzati come giocattoli, non tutti lo sono nella declaratoria che perimetra il mondo del giocattolo e, conseguentemente, ne stabilisce requisiti e caratteristiche a tutela della sicurezza del consumatore.

QUALI SONO LE NORME CHE DISCIPLINANO IL GIOCATTOLO

Le normative che regolano la produzione e la commercializzazione dei giocattoli sono fondamentalmente destinate a garantirne, in primo luogo, la sicurezza, per la salute e l’incolumità fisica, requisito fondamentale considerandone la destinazione e tenuto conto anche dell’abituale comportamento dei bambini.

Per assicurare che tali norme siano correttamente applicate ed efficaci è certamente necessario un controllo ad opera delle autorità competenti ma è essenziale che i consumatori sappiano cosa devono fare allorché comprano giocattoli per i bambini.

A partire dal 20 luglio 2011 la sicurezza e la salute dei consumatori più piccoli è garantita in Italia dal D.Lgs. 54/2011, che ha recepito la direttiva comunitaria 2009/48/CE che disciplina i giocattoli immessi sul mercato europeo dal 20 luglio 2011. A rafforzare le condizioni di sicurezza del giocattolo, il 20 Luglio 2013 sono entrati in vigore i nuovi requisiti chimici della norma EN 71-3, che oltre ad includere limitazioni per quanto riguarda gli elementi tossici, alcune fragranze o aromi e l’utilizzo di sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione (CMR), prevede l’incremento dei requisiti per i test chimici da 8 a 19 elementi e, in base alla tipologia dei materiali che compongono il giocattolo, sono applicati differenti limiti.

Una guida per acquistare un giocattolo in modo consapevole

Scarica la versione completa in pdf

Prodotti correlati

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca